I musicisti non sono juke boxes

I musicisti non sono juke boxes, ma nessuno ha il coraggio di dirlo

Qualche tempo fa ho pubblicato una nota sulla mia pagina Facebook,  la discussione ha riscosso molto interesse sul social network ed ho pensato fosse giusto riproporla anche sul nuovo blog, la nota cominciava così: "La vita è un'esperienza meravigliosa proprio perchè è capace di lasciarti senza parole, a prescindere dall'accezione positiva o negativa del concetto.

E' da qualche tempo che la mia vita, in particolare quella musicale, mi lascia senza parole nell'accezione negativa. 

Ricordo i miei 16 anni, le ore passate ad esercitarmi sullo strumento, e la sensazione odiosa che provavo ogni qualvolta un amico o parente che sapeva appoggiare le dita su di uno strumento mi rivolgeva lo sguardo e quasi con disprezzo mi diceva: '...ah tu studi? E la sai suonare questa? ...e questa ....e questa? ' ed al mio 'no' la reazione era sempre la stessa:

"eh vabbè allora..." che lasciava sottintendere: ”non sai suonare!”.

Ecco! Quella è una cosa che mi ha sempre lasciato senza parole! Fortunatamente, gli anni sono passati ed i meravigliosi musicisti con cui ho studiato e con cui ho avuto la fortuna di collaborare mi hanno fatto capire la sottile differenza che passa tra chi fa il 'posteggiatore' o il 'piano-barista' (fermo restando l'enorme rispetto per questi 'mestieri') e chi invece dedica la vita a fare il 'musicista' lavorando sull'espressività, sulla versatilità, la tecnica, la capacità interpretativa, la PROFESSIONALITA'...(attenzione non sto dicendo di essere un artista, solo uno che cerca di fare dignitosamente il suo lavoro) ecc..

Sebbene siano passati quasi vent'anni e tanta acqua sotto i ponti, di tanto in tanto, ho la sensazione che le cose non siano cambiate più di tanto. Com'è possibile che ci siano ancora persone che magari ti pagano anche fior di quattrini e sono convinti che con quei soldi hanno comprato un Juke box. Chi ha fomentato tanta mancanza di rispetto? Chi ha fomentato tanta ignoranza? Ma sopratutto com'è possibile che ci siano tanti 'postaggiatori' a comandare? Poi mi giro per un attimo e guardo alla storia dei musicisti medi italiani degli ultimi trent'anni, una storia fatta di dopolavoristi, hobbisti, magabit one, matrimoni, e suoceri ubriachi in giacca e cravatta che ti chiedono 'Maeeeestr' a sapite chesta???' Ristoratori che fanno i direttori musicali, e cafoni che pagano anche 1000 euro per uno con un dischetto in una tastiera e, cosa ancora più grave, musicisti che in 5 accettano di suonare per scarsi 100 euro (IN CINQUE PER 100 EURO!!!!).

C'è un detto che dice:' se ti fregano una volta non è colpa tua, se ti fregano due volte allora è colpa tua! ' Penso a quanto ci ha distrutto il comportamento di chi ci ha preceduto, lavoro duro, suono ancora più forte...ma smetto di meravigliarmi quando incontro qualcuno che mi dice: "Ah, tu suoni? E allora cantami qualcosa!"

Ci terrei a conoscere il tuo parere, è davvero importante, lasciami un commento di seguito e parliamone...

 

Nel Blog

Ecco gli ultimi articoli pubblicati sul mio blog: tutti i consigli che avrei voluto e le considerazioni che mi sarebbe piaciuto fare quando ero un giovane chitarrista in fasce. Il terzo lunedì di ogni mese potrai trovare in questa sezione un nuovo articolo riguardo la Professione del Musicista, i Consigli per lo studio e qualche spunto per ritrovare Motivazione e creatività.